Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece previsti cookie tecnici e di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

ACCETTO
Menu
Ora in onda

Jovanotti dona 23 quintali di mangime a un canile Fa il bilancio del 2018, svelando anche un aneddoto della sua infanzia 30-12-2018

Jovanotti ha a cuore gli animali: il cantante (52 anni) ha fatto recapitare 23 quintali di mangime, tra crocchette e cibo umido in scatola, al canile di Ossaia, località situata nel comune di Cortona dove vive con la moglie Francesca Valiani e la figlia Teresa.

Come si può dedurre dal post pubblicato su Facebook dalla responsabile della struttura Stefania Bistarelli, non è la prima volta che Lorenzo fa una donazione al rifugio. “Il Canile di OSSAIA ringrazia sentitamente Jovanotti che anche quest'anno non ha fatto mancare il suo regalo di Natale ai nostri amici a quattro zampe”, ha scritto Stefania Bistarelli.

 

#tonino in the jungle #amantedeibassiedelvolumeappalla

Un post condiviso da lorenzojova (@lorenzojova) in data: Lug 14, 2017 at 7:41 PDT

L'artista e la moglie tengono davvero molto al benessere degli amici a 4 zampe: nella loro casa al Poggio di Cortona ospitano molti cani e gatti randagi.

Tre anni fa, ad esempio, vi avevamo raccontato che Jovanotti aveva adottato Zolletta, un gattino che poi lo ha accompagnato nel suo tour per gli stadi italiani.

(Zolletta sulla mano di Jovanotti)

Inoltre, insieme al loro veterinario di fiducia, Lorenzo e Francesca stanno costruendo un piccolo ricovero per gatti in difficoltà.

Insomma, il cantante ha voluto concludere con un gesto d'altruismo questo 2018, che su Facebook ha definito “memorabile”. Stando a lui, oltre a essere stato “memorabile”, l'anno che si sta per lasciare alle spalle è stato anche ricco di “musica”, quella cosa che gli consente di ritrovare le persone che gli mancano e di trovare “gente nuova”, “zone mai visitate” e “frontiere da superare”. “Grazie alle mie ragazze, a tutta la mia gente, alla mia favolosa squadra che si appresta a partire per una nuova avventura insieme”, ha scritto ricordando che nel 2019 ci sarà Jova Beach Party, il suo tour nelle spiagge.

Radio Italia è radio ufficiale.

Facendo il bilancio del suo 2018, Jovanotti si è lasciato andare ai ricordi relativi alla sua prima pagella delle elementari. Ha svelato che ha riconsegnato la pagella firmata dal suo papà Mario, ma anche macchiata di sugo. “La mia prima pagella delle elementari la riportai a scuola il giorno dopo firmata dal mio babbo e con una macchia di sugo che occupava tre o quattro materie. La maestra si arrabbiò molto, non servì a nulla spiegarle che l’avevo tirata fuori durante il pranzo e se l’erano passata tutti con una certa noncuranza, ma tra tutte le noncuranze la più colpevole era la mia ed era anche la ragione per la bella macchia rotonda incancellabile: scarsa attenzione ai bilanci, ai giudizi, alle pagelle. Fu quello che si dice un pessimo inizio”, ha raccontato.

(Jovanotti da bambino)

Quella macchia di sugo, ora, però ha assunto un altro significato, più profondo. “Non mi ricordo i voti di quella prima pagella ma ricordo la macchia di sugo ormai assorbita da quella carta azzurrina, come se ce l’avessi davanti ora. Non ho più smesso di non pensare ai voti, di farmi cazziare dalle maestre e di lasciare che la vita modificasse le cose ma non l’entusiasmo. A volte ci sono riuscito facile altre volte c’è da sbattersi parecchio, non tanto per avere buoni voti, ma per una bella macchia di sugo sopra ai voti, che poi alle elementari sono quasi sempre tutti 10”, ha infine concluso.

30-12-2018 © RIPRODUZIONE RISERVATA