Informativa breve e richiesta consenso sull’uso dei cookie
Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece previsti cookie tecnici e di terze parti.
Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

ACCETTO
Menu

Boomdabash, Amoroso: “Mambo Salentino nasce da una cena insieme” Alessandra si prende una pausa dalla musica? “In realtà voglio solo...” 03-07-2019

I Boomdabash e Alessandra Amoroso portano il loro “Mambo Salentino” a Radio Italia. In diretta con il nostro Marco Maccarini, il gruppo e Alessandra presentano con orgoglio e “entusiasmo” la loro terra, raccontano com'è nato il loro tormentone e svelano anche alcune curiosità sul loro rapporto.

Spieghiamo una volta per tutte cos'è il Salento?
Boomdabash: “Il tacco dell'Italia. Una zona della Puglia che parte da Taranto e arriva fino alla fine dell'Italia. È questa terra dove si balla e si suda, innanzitutto.
Alessandra: “E c'è sempre entusiasmo. È il sole, il mare e... lo 'vientu'.
Boomdabash: “...e soprattutto il cibo! Per le nonne sei sempre 'sciupato'.

Voi siete particolarmente orgogliosi della vostra terra...
A: “Sì, siamo molto sanguigni e passionali, cerchiamo di portare sempre in giro la nostra terra.

“Mambo Salentino” è un grande successo: è già Disco d'Oro e ci accompagnerà per tutta l'estate.
A: “Ci sta regalando un sacco di belle soddisfazioni.”
B: “Il potenziale è molto alto, per adesso sta andando alla grande e siamo felicissimi.

Sui social, sta andando bene anche il tentativo di fare il balletto della canzone...
A: “Bene o male, è riuscito a tutti. Coinvolge grandi e piccini, devo farlo fare a mia madre
B: “Gli unici che non sono riusciti a farlo sono i Boomdabash! Impediti nel ballo...

Com'è nata questa collaborazione? È stato un caso?
A: “Loro mi hanno proposto di partecipare a questo brano meraviglioso. Mi sono affezionata subito a loro perché sono persone meravigliose. Anche se mi sfruttano per fare il caffè, sempre con la moka e sempre un determinato tipo di caffè.
B: “Sì, è un caffè importante per noi salentini.

Vi eravate già incontrati prima?
B: “Avevamo già collaborato per 'A tre passi da te', brano a cui siamo legati perché ha fatto nascere un'amicizia con Alessandra che è andata oltre questa canzone. L'idea di ricollaborare con lei nasce in quelle cene pre-Sanremo: eravamo insieme e ci è venuta questa voglia di cantare ancora con lei, che poi è cresciuta. Abbiamo trovato alcune parole chiave come 'mambo' e abbiamo capito subito che era il brano giusto.

03-07-2019 © RIPRODUZIONE RISERVATA